La Puglia Madre Terra di Renato Sciolan

Un viaggio itinerante intriso di memorie ed emozioni della Puglia: Cultura, tradizione, storia, identità paesaggistica sono queste le parole chiave per spiegare e reinterpretare le opere di Renato Sciolan, in questa mostra intitolata “Puglia Madre Terra” dal 28 luglio al 3 agosto 2018 presso la Sala San Felice in Giovinazzo (BA), patrocinata dall’Amministrazione Comunale.

sciolanChe la Puglia sia una regione splendida è sotto gli occhi di tutti, ed è cosa accertata ed indiscussa, un patrimonio artistico ineguagliabile, paesaggi storici, bellezze naturalistiche clima temperato su questi temi l’Artista Renato Sciolan si sofferma a presentarci una terra ricca di cultura e tradizioni in un percorso introspettivo, affinché queste caratteristiche possano rendere meglio l’appellativo di “Madre Terra”.

Sciolan non ha la presunzione di avere una conoscenza del sapere umanistico di ciò che di vitale si muove dentro la nostra cultura, in Sciolan si insinua il pensiero che in un futuro altre generazioni potrebbero mutare il disegno dei campi, il profilo dei borghi, il corso delle strade, tutti elementi visti in sé e che potrebbero essere sostituiti “eppure” lo spettacolo c’è ancora: uno spettacolo pertinente ai nuovi modi di costruire il territorio, di vederlo nel suo funzionamento, sono queste le parole chiave per spiegare e reinterpretare le opere di Renato Sciolan, in questa mostra intitolata Puglia “ Madre Terra”.

Il risultato pittorico di Renato Sciolan è il frutto di una lunga esperienza artistica, ma il merito maggiore spetta alla sua particolare misura naturalistica, per mezzo della quale riesce a penetrare con felice intuizione nel segreto della sua terra e a trasmettere con efficacia figurativa l’essenza più vera del paesaggio del Sud Italia, nella sua sovrana serenità solare, una poesia ancestrale fatta di gesti e rituali che, come radici profonde, solcano la storia degli uomini.

Sensibilità, atmosfera, solarità: questi i mezzi di cui si giova per dare alle sue opere un valore di apparizione, di scoperta, di sensibilità “plein-air” sentito con il vero slancio creativo e significativo, in un abbandono romantico che è tenerezza e poesia.

Renato Sciolan – Madre terra
SALA SAN FELICE
Giovinazzo (BA) – dal 28 luglio al 3 agosto 2018
Piazza San Felice (70054)

Sphinx Festival Thebes 2015

DORES SACQUEGNA Industrial ArcheologyIl 4 Ottobre presso il Conference Center di Tebe in Grecia si inaugura lo SPHINX FESTIVAL THEBES 2015, ideato da Constantine Angelou e Polyxene Kasda con la collaborazione di Dores Sacquegna della Primo Piano LivinGallery di Lecce. Il Festival è patrocinato dal Ministero della Cultura, dell’Istruzione e dello Spettacolo di Atene, dell’Accademia di Belle Arti di Atene, dalle Università, dal Museo Nazionale di Tebe e dal Comune di Tebe.

da equilibriarte.net

Amedeo Modigliani va a teatro insieme a Marco Bocci.

Scritto e diretto da Angelo Longoni, “Modigliani” sarà a breve uno spettacolo teatrale, e “il bel Modì” avrà il volto altrettanto bello (e tenebroso) di Marco Bocci.

modigliani-bocci

Non se ne finisce mai di parlare…di Modigliani: Artista geniale iscritto alla Storia per le sue donne dal collo affusolato, uomo che ‘esagerò’ in alcune cose ma che seppe vivere grandi passioni e perciò amato nella stessa maniera dalle sue donne…”Artista geniale”, indiscutibilmente, ma che non conobbe mai la portata della sua fama…morì giovane e povero, e oggi le sue opere vengono battute all’asta a 70 milioni di dollari o giù di lì…

Dal letto di morte, come in un lungo flashback, lo spettacolo che Longoni porta in scena racconterà la vita di Amedeo attraverso le sue quattro donne, che in scena saranno interpretate da Giovanna Di Rauso, Claudia Potenza, Vera Dragone e Romina Mondello. (segue su Equilibriarte.net)

L’Arte è alimento: Alimenta l’Arte.

Pubblicato da
Leonardo Basile
su Equilibriarte
il 14 settembre 2015

Il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo – come ogni anno – aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio (GEP), manifestazione promossa nel 1991 dal Consiglio d’Europa e dalla Commissione Europea con l’intento di potenziare e favorire il dialogo e lo scambio in ambito culturale tra le Nazioni europee.

La manifestazione si terrà sabato e domenica 19-20 settembre 2015 e riguarderà tutti i luoghi della cultura statali, compresi archivi e biblioteche, con costi di ingresso e adattamenti negli orari variabili da istituto a istituto. Nella serata di sabato 19 settembre, nei siti aderenti all’iniziativa, è inoltre prevista un’apertura straordinaria dalle 20.00 alle 24.00, a complemento degli eventi programmati nel corso delle due giornate della manifestazione.

Una iniziativa cui, com’è ormai tradizione, hanno aderito anche moltissime istituzioni della cultura non statali tra musei civici, comuni, gallerie, fondazioni e associazioni private, costruendo un’offerta culturale estremamente variegata, con un calendario di quasi mille eventi organizzati in tutte le regioni coinvolte e divulgati attraverso la pagina dedicata alle GEP del sito web del MiBACT.

Uno straordinario racconto corale che rende bene l’idea della ricchezza e della dimensione ramificata del Patrimonio culturale nazionale: da quello più noto dei grandi musei alle meno conosciute eccellenze che quasi ogni paese può vantare e deve valorizzare.

Di seguito gli appuntamenti previsti in provincia di Bari:

La mensa e il banchetto tra cibo e vino
Altamura, Museo Nazionale Archeologico di Altamura
Visita guidata – Dal 19 settembre 2015 al 20 settembre 2015

Le carte in tavola: arte della cucina e alimentazione nei manoscritti e nelle opere a stampa della Biblioteca nazionale di Bari dal 15. al 19. Secolo
Bari, Biblioteca Nazionale Sagarriga Visconti Volpi
Mostra – Dal 19 settembre 2015 al 20 settembre 2015

C’era una volta un chicco. Viaggio nella cultura del pane e del vino.
Altamura, ARCHIVIO BIBLIOTECA MUSEO CIVICO Altamura
Altro – Dal 19 settembre 2015 al 20 settembre 2015

Non solo Medioevo. La Gipsoteca del Castello di Bari
Bari, Castello Svevo di Bari
Visita guidata – Dal 19 settembre 2015 al 20 settembre 2015

Dai campi……alla tavola
Bari, Archivio di Stato di Bari
Mostra – Dal 19 settembre 2015 al 20 settembre 2015

Nature morte in Pinacoteca
Bari, Pinacoteca metropolitana di Bari “Corrado Giaquinto”
Altro – Dal 19 settembre 2015 al 20 settembre 2015

Cibarsi e bere in una città della Puglia antica
Gioia del Colle, Museo Nazionale Archeologico di Gioia del Colle
Visita guidata – Dal 19 settembre 2015 al 20 settembre 2015

Visite guidate al Laboratorio di restauro
Bari, ex Convento di San Francesco della Scarpa
Visita guidata – Dal 19 settembre 2015 al 20 settembre 2015

Puglia dove il cibo diventa cultura
Bari, ex Convento San Francesco della Scarpa
Incontro/Presentazione – Il 19 settembre 2015

Visite guidate al chiostro dell’ex Convento di San Francesco della Scarpa e al chiostro dell’ex Convento di Santa Chiara
Bari, Ex Convento di San Francesco della Scarpa
Visita guidata – Dal 19 settembre 2015 al 20 settembre 2015

Cibo e monastero: i consumi alimentari monastici a Bitonto nel XVIII secolo.
Bitonto, Galleria Nazionale della Puglia “G. e R. Devanna”
Altro – Il 20 settembre 2015

Petrarca e la virtù della frugalità
Bitonto, Galleria Nazionale della Puglia “G. e R. Devanna”
Altro – Il 20 settembre 2015

La buona Terra di Puglia
Bari, Castello Svevo di Bari
Convegno/Conferenza – Il 20 settembre 2015

Gli strumenti musicali raffigurati sui vasi archeologici e i loro suoni
Altamura, Museo Nazionale Archeologico di Altamura
Altro – Il 20 settembre 2015

———————————————————————————————————————–

E nei musei statali di Firenze:

GALLERIA PALATINA
La direzione della Galleria Palatina di Palazzo Pitti propone per sabato 19 e domenica 20 settembre propone un programma di visite al cosiddetto Cucinone, restaurato e presentato alla fine dello scorso mese di maggio. Le visite sono gratuite (comprese nel costo del biglietto del museo) e si terranno nei due giorni alle ore 10.30, 11.30, 12.30, 14.30, 15.30, 16.30. Il ritrovo è presso la Desk del museo.

CAPPELLE MEDICEE
Le Cappelle Medicee effettueranno un’apertura straordinaria serale sabato 19 settembre dalle 19 alle 23. A differenza del passato, quest’anno l’ingresso avverrà secondo le normali condizioni di tariffazione come per le aperture in orario diurno.

MUSEO DI SAN MARCO
La Direzione del Museo di San Marco ha previsto, per la sola giornata di sabato 19 settembre, sia un’apertura straordinaria serale, sia una serie di visite guidate. Dopo l’ordinaria chiusura del museo fissata per le 17, sabato 19 il Museo di San Marco aprirà straordinariamente dalle 19 alle 23, con ingresso a pagamento. Durante l’intera giornata (dalle 8.15 alle 17) i visitatori potranno partecipare a visite guidate tematiche (che verteranno su: “Le ‘mense sacre’ dei cenacoli del Museo di San Marco”) per gruppi di 25 persone max, comprese nel prezzo del biglietto d’ingresso, previste alle ore  9.30, 11.00, 12.30, 14.00, 15.30; il ritrovo è fissato nel Chiostro di Sant’Antonino. è possibile prenotarsi chiamando il numero 055-2388608 o scrivendo un’email all’indirizzo museosanmarco@polomuseale.firenze.it.

VILLE MEDICEE
La Sezione Didattica (oggi afferente al Polo Museale Regionale della Toscana), per il prossimo fine settimana propone tre diversi appuntamenti in altrettante Ville Medicee.
Per sabato 19 è programmata l’apertura straordinaria (dalle 19 alle 23) del Salone di Leone X della Villa medicea di Poggio a Caiano; alle 22 prevista la visita guidata alla mostra ‘Nelle antiche Cucine’ e alle Cucine ‘segrete’ granducali del XVII secolo a cura della direttrice della Villa, Maria Matilde Simari.

Sabato 19 propone la Villa medicea della Petraia resterà straordinariamente aperta fino alle ore 23. Ogni ambiente della villa sarà accessibile con visite accompagnate che si effettuano ogni ora a partire dalle 8.30 del mattino (l’ultima inizierà alle 21.40. Inoltre nella mattinata appuntamento con “Oh quante belle…ville”, visite guidate dedicate ai bambini – accompagnati da familiari (max un adulto ogni bambino) – programmate alle 10 e alle 11.30 per una lettura della serie di lunette dipinte da Giusto Utens, esposte in villa. Il numero di bambini ammessi per ogni visita è di 15, per cui è obbligatoria la prenotazione  che si può effettuare scrivendo un’email didattica@polomuseale.firenze.it.
Da segnalare, infine, che domenica 20 settembre il Giardino della Villa medicea di Castello sarà visitabile dalle 14 alle 18.30.

—————————————————————————————————————————

Mentre a Forlì… Per la Notte Verde, che coincide con le Giornate Europee del Patrimonio, aperture prolungate al San Domenico, a Palazzo Romagnoli e a Villa Saffi, mentre il Museo Ornitologico parteciperà alla Notte Verde dei Bambini.

Sabato 19 e domenica 20 settembre incluso nel biglietto d’ingresso ai Musei San Domenico anche la visita alla Chiesa di San Giacomo, appena restaurata.

Infine domenica 20 settembre Villa Saffi apre per l’evento ” Dove abitano le parole. Scopriamo le case e i luoghi degli scrittori in Emilia-Romagna“: dalle 11,00 alle 19,00 ad ingresso gratuito con visite guidate, letture per i più piccoli e un incontro sul cibo presentato dalla Condotta Slow Food di Forli.